giovedì 10 aprile 2014

Punti di Vista: LE DOMANDE GIUSTE

ci troviamo continuamente di fronte a una serie di grandi opportunità brillantemente travestite da  problemi insolubili“  J.W Gardner

Tutti abbiamo dei problemi. Fin qui siamo d’accordo, però quante persone incontri che ti parlano di soluzioni?
Quante persone durante la giornata ti dicono:  “Sai quel problema che avevo, l’ho risolto!”
Basta trovarsi in una sala d’aspetto o in fila da qualche parte e ti ritrovi fianco a fianco ad un "esperto in problemi". Ne ha di tutti tipi e per tutte le situazioni, spesso per giustificare la propria pigrizia o le sue paure.
L’esperto in problemi analizza le situazioni solo dalla parte delle difficoltà, senza coglierne il lato positivo ... quello che spesso si trasforma in opportunità.
Come ti senti quando trovi una soluzione ad un problema?
Io provo quel brividino di compiacimento per essere riuscita in un obiettivo che ritenevo lontano da raggiungere.
Quindi per trovare la soluzione ad un problema dobbiamo solo porci la domanda giusta.  
Gli esperti in soluzioni sono persone che si pongono le domande, quelle giuste.

In definitiva la premessa è imparare a percepire il problema. Cosa significa? significa vedere il problema come una sfida per ottenere un risultato, un cambiamento, un momento di crescita o imparare qualcosa di nuovo.  
Quindi non più un ostacolo ma un passaggio verso qualcosa. Questo atteggiamento ti predispone ad una lettura positiva della situazione ... sei in grado di entrare in azione piuttosto che rimanere immobilizzato da un ostacolo.
Le domande giuste. Le domande “giuste” sono quelle aperte che stimolano la creatività e la lettura positiva di un evento. Un esempio?:
  • Cosa voglio ottenere?
  • Quali sono le risorse a mia disposizione?
  • Come posso utilizzarle al meglio?
Confrontarti con il problema e leggerlo in chiave positiva.
Ci sei tu con le tue risorse e i tuoi obiettivi e c’è un ponte che devi attraversare per realizzarti.
Agire di conseguenza. L’esperto in soluzioni è una persona d’azione.
Una volta che hai risposto alle tue domande redigi un piano d’azione, il passo successivo è metterlo in pratica ...  provare cioè se quello che hai dedotto funziona, quali saranno i risultati e dove ti porteranno.
Ti stai muovendo verso la soluzione.
Non pretendere la perfezione.Spesso il punto di arrivo è diverso da quello che si immagina ma di sicuro più interessante.
Non perdere tempo a pianificare fino alla perfezione, non concentrarti sulla soluzione perfetta ... ma sulle capacità e il metodo che usi per arrivare alla soluzione.
Questo modo di agire può diventare la tua abitudine quotidiana per portarti verso quello che prima vedevi solo come un ostacolo.
E’ meglio essere un esperto di soluzioni o un accumulatore di problemi?